Un progetto di cura per la salute di tutti!

Indirizzo:

Torino - Via Parma 71 bis - 011 760 4201

TECAR

La TECAR® è una tecnologia che si applica con grande successo in fisioterapia, per la cura delle patologie dell’apparato locomotore.
Funziona tramite il posizionamento di due poli elettrici, una piastra fissa ed un manipolo mobile, che stimola le cariche elettriche presenti nei tessuti dell’organismo andando così ad attivare i naturali processi riparativi e antiinfiammatori.
Durante un trattamento, vengono attivate le molecole polarizzate contenute nelle cellule (soprattutto le molecole di membrana), creando un duplice effetto:
1. maggior scambio di elettroliti e sostanze nutrizionali a livello cellulare, indispensabile per tutti i microprocessi riparativi, sia acuti che cronici.
2. calore endogeno, cioè che si crea dall’interno dell’organismo, favorente l’afflusso di sangue anche alle aree più profonde o fibrose.
Tale terapia è utilizzata in ambito fisioterapico per trattare problemi muscolari, legamentosi e articolari, acuti e cronici che provocano dolore e/o limitazione funzionale. 
La tecarterapia è impiegata come metodo terapeutico avente ottimi risultati in caso di contratture muscolari, stiramenti e strappi muscolari, tendiniti, borsiti, fasciti, spalla dolorosa e capsulite adesiva, distorsioni, coxartrosi, gonartrosi.
Indicazioni:
Nelle patologie acute, variando erogazione, tempi e modalità di somministrazione, si ottengono risultati sorprendenti nella riduzione dell’edema, nella velocità di recupero, nella diminuzione del dolore già nelle prime sedute.
Trovano indicazione quindi:
– Distorsioni articolari (caviglia, ginocchio, mano, gomito, spalla) e “colpi di frusta”
– Traumi muscolari (contratture, stiramenti, strappi)
– Lesioni e sovraccarichi tendinei, borsiti
– Contusioni
Nelle patologie croniche, l’endotermia produce un aumento importante della capillarizzazione delle aree sofferenti e fibrotiche, con effetto sulla mobilità articolare, sensazione di leggerezza, riduzione del dolore.
Si evidenziano ottimi risultati in caso di:
–  artrosi (ginocchio, anca, spalla, polso, colonna vertebrale)
– fibrosi profonda, cicatrici da strappo muscolare o da intervento chirurgico
– osteoporosi
– cellulite
Controindicazioni:
gravidanza o patologia tumorale e pacemaker